domenica 27 gennaio 2013

TASCA DI TACCHINO RIPIENA

La tasca di tacchino è un secondo piatto molto versatile, perché si presta ad essere farcita in tanti modi diversi ed è un arrosto delizioso e facile da preparare.
E’ un piatto che si può preparare in anticipo, e riscaldare al momento di servire, quindi permette di restare seduti a tavola a chiacchierare senza dover stare ai fornelli mentre amici e parenti si divertono.
Se pensiamo poi che la carne di tacchino è una delle più economiche, può diventare anche un ottima idea scaccia crisi, per stupire gli amici senza spendere molto.

  
INGREDIENTI :  

500 g circa Petto di Tacchino
10-12 olive
Formaggio di capra fresco
Alcuni pomodorini
Insaporitore per carni Ariosto
2 cucchiai di Olio extravergine di oliva
½ bicchiere di vino bianco

PREPARAZIONE:

Prendete il petto di Tacchino e tagliatelo da uno dei lati più lunghi, in modo da formare una tasca.
Riempite la tasca con il formaggio fresco di capra, le olive denocciolate e spezzettate e alcuni pomodorini e richiudete la tasca con dello spago da cucina.
Mettete il petto di tacchino in una pirofila, bagnate con il vino bianco e due cucchiai di olio extravergine di oliva, insaporite a piacere, con l’insaporitore per carni Ariosto.
Si cuoce in forno ventilato già caldo a 180° per almeno 35-40 minuti.
Durante la cottura bagnate il tacchino con il vino bianco, aiutandovi con un cucchiaio in modo che non si secchi, se serve aggiungete ancora mezzo bicchiere di vino.
A cottura ultimata, togliete lo spago da cucina con cui avete sigillato la tasca, tagliate e servite subito.
Io l’ho accompagnato con delle taccole al pomodoro, ma ci stanno molto bene anche le patate arroste o lesse.


Buon appetito!  

martedì 15 gennaio 2013

Pasta e fagioli

Non so perché ma mi ricordo che c’erano alcune cose quando ero bambina che non avrei mangiato nemmeno sotto tortura.
Per esempio le verze che per me puzzavano troppo per essere commestibili, o l’insalata, che  chiamavo “erba” e pensavo dovessero mangiarla solo le caprette, e poi c’era il risotto di zucchine che non riuscivo a mandare giù nemmeno se mi promettevano di regalarmi il gioco più bello del mondo. 
Anche la pasta e fagioli non era proprio uno dei miei piatti preferiti, crescendo però i miei gusti sono cambiati… e per fortuna… perché adesso la trovo buonissima!!!


Questa è la ricetta della mia famiglia che prepara sempre mia mamma, ma ci sono molte varianti, c’è chi mette anche la pancetta o il lardo e chi mette aggiunge anche la patate.
  

Ingredienti (per 3 persone):

300 gr di fagioli borlotti secchi  ECOR
1 cipolla
1 carota
1 gamba di sedano
Sale
Pepe nero Tec-Al
Olio extravergine di oliva DANTE
100 gr di tubetti Verrigni

Preparazione:

La sera prima mettete in ammollo i fagioli, devono rimanere in acqua per almeno 12 ore in modo che si ammorbidiscano.
Al momento di preparare la pasta fateli cuocere, in acqua leggermente salata, con l’aggiunta di sedano, carota e cipolla tagliata in due pezzi.
Dopo circa un ora, quando saranno cotti e morbidi, togliete le verdure, passate metà dei fagioli nel passaverdure, togliete l’acqua in eccesso, aggiustate di sale e pepe, e aggiungete la pasta.
Servite nei piatti con un filo di olio extravergine di oliva.

Se dovesse avanzarne un piatto, nessun problema c’è chi dice che il giorno dopo è ancora più buona….



"Potete trovare i prodotti Ecor in vendita nei negozi NaturaSì e Cuorebio, oppure online su Emporio Ecologico",

lunedì 7 gennaio 2013

ZUPPA DI PORRI E DI PATATE

Questa è una delle zuppe di verdure che ho preparato per riprendermi dalle abbuffate delle feste.  
Ovviamente non è proprio come un minestrone, ma è comunque leggera e saporita.
Direi che la potremmo considerare un vero e proprio piatto unico se viene servita con una bella fetta di pane caldo.
Se vi piacciono i porri dovete assolutamente provarla..

Tovaglietta Greengate

Ingredienti: (per 4 persone)

1 lt di acqua
2 patate grosse
2 porri
80g di pancetta a cubetti
sale
pepe
olio extravergine di oliva Dante
Pane

Preparazione:

Pulite bene le patate, e tagliatele a cubetti non troppo piccoli.
Tagliate a rondelle i porri, compresa la parte verde e mettere il tutto in una pentola capiente.
Aggiungete la pancetta a cubetti, l'acqua , il sale e il pepe. A questo punto posizionate la pentola su un fuoco basso copritela con il coperchio e dimenticatela per almeno un paio d'ore.
Servitela con un filo di olio extravergine di oliva e una fetta di pane caldo.

Buon appetito!

Parliamo di vino...

Oggi niente ricetta, uno degli sponsor del blog, mi ha chiesto di parlavi un po’ dei suoi prodotti e della sua attività, e lo faccio davvero con piacere.
Stiamo parlando dell’Enoteca La cantina dei Dogi di Mirano, in provincia di Venezia, un’azienda a conduzione famigliare che si occupa tra le altre cose anche della Vendita di Vino Online.
Collaboro con questa azienda ormai da un po’, e posso dirvi che si tratta di un’azienda molto seria, i proprietari sono sempre molto disponibili e gentili. Se avete bisogno di consigli su quali vini abbinare ai vostri piatti sicuramente presso La cantina dei Dogi troverete delle persone preparate che vi sanno consigliare nel migliore dei modi.
Il loro sito è davvero facile e intuitivo, troverete facilmente il vino che state cercando, con una descrizione delle sue qualità e caratteristiche.
Troverete spumanti, champagne, vini bianchi, vini neri, vini rosè, distillati, liquori, birre… ma non solo potrete trovare anche molte idee regalo, Accessori per il vino, Olio extravergine di oliva, Aceto balsamico, prodotti di gastronomia e confezioni di vino pregiato da regalo.     
Se invece decidete di voler assaggiare un vino di una certa regione, non avrete difficoltà ad orientarvi tra i loro prodotti, perché i vini sono suddivisi anche per regione.
Un altro punto di forza di questa azienda è che le consegne sono davvero veloci, come potete vedere anche dal loro sito, consegnano in 1-4 gg lavorativi in tutta Italia e in 8 gg in Europa , in 10 nel resto del mondo.
Se avete un amico di un altro paese a cui volete fare assaggiare un buon vino italiano, potete spedirlo senza problemi.
I vini saranno trasportati con imballi adatti a proteggerli, e cosa molto importante 100% riciclabili. Saranno inoltre assicurati così potete stare tranquilli.
La cantina dei Dogi, tratta sia vini nazionali (hanno più di 650 etichette) che vini internazionali selezionati.
Per farvi alcuni nomi troverete: Franciacorta, Amarone della valpolicella, Champagne.
Se volete fare dei regali di particolare pregio non potete perdervi le versioni Magnum, che sono sempre un regalo particolarmente apprezzato dagli estimatori del buon vino.

Insomma è un’enoteca davvero da provare perché i proprietari mettono la loro passione per i vini a disposizione del cliente. L’Italia è uno dei paesi più rinomati al mondo per la produzione di vino, perché gli italiani questo lavoro lo fanno davvero con passione.
Per questa azienda il cliente è sempre al primo posto e se volete risparmiare un pochino, c’è anche un’intera sezione dedicata alle offerte.

Per visitare il loro sito, cliccate qui  così potrete curiosare un po’.
  
E’ un’azienda italiana che a me piace molto, e ve la consiglio davvero, per un acquisto un po’ speciale.

martedì 1 gennaio 2013

Ciambellone al miele



Dopo le esagerazioni culinarie delle feste ci vuole un dolce leggero per la colazione.
Ho pensato quindi di preparare questo ciambellone all’olio e senza zucchero, dolcificato solo con il miele.
Un po’ di calorie le ha comunque, ma se lo confrontiamo con i pandori e i panettoni delle feste è sicuramente più leggero.
Alla dieta ci penseremo da lunedì prossimo… J in fondo la colazione è il pasto più importante della giornata.

Ingredienti

340 g di farina 00 Molino Chiavazza 
300 g  di miele di fiori Rigoni di Asiago
uova
100 ml di olio di semi di girasole
200 g di latte di riso alla vaniglia
1 bustina di lievito vanigliato
1 pizzico di sale   

Preparazione

In una ciotola capiente, mettete le uova e il miele e montatele con la frusta elettrica per almeno 5 minuti. Devono raddoppiare di volume perché il dolce risulti bello soffice.
Aggiungete l’olio a filo e sempre mescolando aggiungete anche il latte.
Mescolate la farina al lievito e unitela all’impasto setacciandola per evitare che si formino grumi. Mescolate molto bene finchè tutti gli ingredienti non saranno ben amalgamati.
Oliate e infarinate uno stampo per ciambellone di circa 24 cm, e riempitelo con l’impasto.
Infornate in forno già caldo a 180 gradi per circa 35 – 40 minuti. Controllate la cottura con uno stecchino perché i tempi potrebbero cambiare da forno a forno.
Il dolce è molto soffice, aspettate che si sia raffreddato prima di toglierlo dallo stampo.
Io l’ho lasciato così ma se preferite poste cospargerlo di zucchero a velo.